La LUCUMA: indice glicemico basso, vitamine e sali minerali.

Data : 11/10/2017 08:54:04
Categorie : RIMEDI NATURALI

lucuma forlive

Al mondo dei «superfood» appartiene anche la lucuma, un frutto autoctono Peruviano la cui notorietà è esplosa negli ultimi mesi anche in Europa. Verde all’esterno, una volta aperto ricorda un po’ l’avocado.

Conosciuta anche come «oro degli Inca», la lucuma infatti possiede straordinarie proprietà salutari e benefiche già note ai popoli precolombiani. Per cominciare ha un indice glicemico basso, per cui è consigliata ai diabetici nonché ai celiaci in quanto è anche priva di glutine. La polpa è ricca di sali minerali quali ferro, fosforo, calcio e potassio.

Questi cibi ci fanno bene sempre!

 

Il principio attivo di questo frutto è la niacina, che svolge un ruolo importante nel tenere a bada il colesterolo e i trigliceridi nel sangue. Tale enzima aiuta anche a rafforzare il nostro organismo, rendendolo più energico e più efficiente nella produzione di energia.

A questa operazione partecipano anche i carboidrati che aiutano a rilasciare energia più lentamente nel tempo aumentando la nostra resistenza. Recenti studi hanno anche dimostrato i potenti effetti antiossidanti e antinfiammatori della lucuma: una conferma di quanto avveniva già in passato, dove le popolazioni andine si servivano del frutto per guarire le ferite. Infine, vitamina A, B e gli alti livelli di beta-carotone aiutano a combattere i radicali liberi e l’invecchiamento della pelle.

 

L’ideale è comprarla in polvere per usarla come dolcificante naturale non solo per yogurt e bevande ma anche nella preparazione di torte, biscotti, gelati. Data l’alta presenza di amido è un ottimo addensante per dolci o di vellutate, creme e salse.

(Da: vanityfair.it)

PRODOTTI CORRELATI

CONDIVIDI